News Catania & Co

Skyfall, The Miracle – Queen Tribute Band live

Non perdetevi l’appuntamento di stasera al SKYFALL a Catania con The Miracle, tutto dedicato ai grandi QUEEN. Note indimenticabili. Non perderlo!

08 Maggio 2015 al Skyfall

 

Skyfall, The Miracle – Queen Tribute Band live
„The Miracle – Queen Tribute Band nascono come Tributo alla fine del 2010. Il nome della band deriva dagli sforzi compiuti per trovare elementi all’altezza di un simile progetto, un miracolo per l’appunto.
La band si esibisce basandosi sui famosissimi live dei Queen come il “live at Wembley”, il “live at the Bowl” e il “live in Rio”. Innumerevoli gli ambienti delle loro esibizioni ben apprezzate dal mondo queenniano e musicale in genere per la capacità minuziosa di rendere omaggio alla band in tutte le sue parti e atmosfere inglesi.“

 

unnamed-34-11

AWARD FOR EXCELLENCE

Grazie a tutti i nostri clienti e le loro ottime valutazioni: “AWARD FOR EXCELLENCE” – Grazie da parte dello Staff a tutti.

 

pickerimage

Duomo di Catania

Concentrato di capolavori barocchi, Piazza Duomo è il fulcro della vita sociale e religiosa di Catania. E’ senza dubbio il luogo più affascinante della città etnea, oltre che il più frequentato da giovani e meno giovani, che qui si riuniscono nel tempo libero. Adiacente al nostro bed and breakfast, Piazza Duomo lascia a bocca aperta i turisti di tutto il mondo che restano incantati di fronte all’imponenza della Cattedrale di Sant’Agata, alla bellezza della Fontana dell’Elefante, al Palazzo del Municipio ed agli altri edifici che vi si affacciano. Questi disegnano infatti un quadro complessivo assolutamente unico, reso ancor più incantevole di sera grazie ad una scenografica illuminazione.

Oltre a via Vittorio Emanuele – la strada dove si trova il nostro bMode – sulla piazza confluiscono altre due strade, via Etnea, la storica asse cittadina, e via Giuseppe Garibaldi.
Porta Uzeda (1696), il Duomo (1739), la Chiesa della Badia di Sant’Agata (1767), la Fontana dell’Elefante (1736) ed il Palazzo del Municipio (1741) sono tutte opere dell’architetto siciliano Giovanni Battista Vaccarini che, a seguito di un terribile terremoto che colpì la città di Catania alla fine del Seicento, ridisegnò Piazza Duomo. Al centro si erge la Fontana dell’Elefante (che i catanesi chiamano “Liotru”): l’animale, simbolo stesso di Catania, è in pietra lavica e porta sulla schiena un obelisco egizio decorato con geroglifici.
Sul lato nord della piazza si trova il Palazzo degli Elefanti, sede del Municipio, mentre sul lato opposto c’è il Palazzo dei Chierici collegato al Duomo tramite un passaggio che corre sulla Porta Uzeda.

Adiacente all’edificio del seminario dei chierici si trova la Fontana dell’Amenano: molto amata dai catanesi, fu costruita nella seconda metà dell’Ottocento e rappresenta il fiume Amenano come un giovane che tiene in mano una cornucopia; da essa fuoriesce dell’acqua che si versa in una vasca sottostante. Nella fontana cittadini e turisti sono soliti gettare una moneta ed esprimere un desiderio – come avviene con la Fontana di Trevi a Roma. Alle spalle dell’Amenano si trova una scalinata che costituisce uno degli accessi al mercato storico della Pescheria.

La principale attrazione della piazza è il Duomo. L’edificio religioso è dedicato alla vergine e martire patrona della città di Catania, Sant’Agata, venerata ed amata da tutta la popolazione locale. La Cattedrale sorge sul lato sud-est di Piazza Duomo, ed è costruita sui resti delle terme romane di Achille. La prima costruzione è di epoca normanna ma l’attuale struttura risale ai primi anni del ‘700. La facciata è opera del già citato Vaccarini è ricalca lo stile barocco; da notare il campanile in posizione arretrata rispetto al resto dell’edificio.

L’interno si mostra particolarmente suggestivo: le sue proporzioni e le sue dimensioni sono imponenti; da vedere sono la Cappella della Madonna che ospita numerose tombe di re aragonesi e la Cappella di Sant’Agata con le reliquie della santa. Dal Duomo partono i festeggiamenti per Sant’Agata che si tengono ogni anno dal 3 al 5 febbraio e il 17 agosto: le celebrazioni rappresentano momenti di fervido sentimento religioso e di massiccia partecipazione popolare. Soprattutto a metà agosto giungono a Catania turisti da ogni parte per assistere alla festa. Non c’è posto migliore per dormire a due passi dal Duomo che il nostro b&b bMode.

I mercati storici di Catania

Città storicamente commerciale, Catania ha nei mercati uno dei volti di sé più affascinanti e suggestivi. Imperdibili durante una vacanza a Catania, i mercati catanesi esprimono la vera essenza della città etnea, le sue caratteristiche più popolari ed autentiche. Passeggiando tra i banchi di frutta e verdura fresca, pesce e carni, si verrà attirati dalle “vuciate” dei commercianti, grida e urla che cercano di invogliare i compratori ad avvicinarsi ai loro banchi.

I colori, i sapori e i profumi delle specialità catanesi esplodono nei suoi mercati, luoghi che coinvolgono tutti e cinque i sensi e fanno vivere ad ogni suo visitatore un’esperienza unica. Ecco perché i mercati storici di Catania sono diventati negli ultimi anni una vera attrazioni turistica: essi infatti racchiudono e sintetizzano i tratti caratteristici dell’anima della città siciliana, i suoi lati più autentici e la sua stessa identità.
A soli 350 metri dal nostro bed and breakfast si trova la Pescheria, probabilmente il mercato storico più famoso in città

I tantissimi banchi di pesce fresco occupano una vasta area del centro – da piazza Alonzo di Benedetto e piazza Pardo fino agli archi della Marina su via Dusmet. Sempre affollato – soprattutto al mattino presto quando i venditori arrivano con i carichi di pesce comprati al mercato generale o pescato da loro stessi – la “Piscaria”, come si chiama in catanese, è un luogo attraente e spettacolare che ricorda i suq arabi. Gli odori forti del pesce si mescolano ai colori e ai profumi in un mix da far venire l’acquolina in bocca! La Pescheria offre agli occhi del turista uno spettacolo folkloristico unico che lascia ben immaginare gli ottimi piatti di pesce tipici della tradizione culinaria catanese. Tra le bancarelle e i banconi in marmo si mostrano polpi, frutti e ricci di mare, triglie, pesce spada e tutto il pescato tipico delle costa ionica della Sicilia.

Una scalinata tra via Dusmet e via Garibaldi sbuca alle spalle della Fontana dell’Amenano e di Piazza Duomo: dalla Pescheria ci si ritrova a due passi dal centro della città.
Il secondo mercato storico di Catania che merita una visita è la cosiddetta Fera ‘o Luni. Chiamata così poiché in origine veniva allestito esclusivamente il lunedì, il mercato si estende all’ombra della Chiesa del Carmelo in piazza Carlo Alberto. Oggi vi sono bancarelle e stand tutti i giorni esclusa la domenica. Nella Fera ‘o Luni viene messa in vendita ogni tipo di mercanzia – dall’abbigliamento ai souvenir, dagli accessori di seconda mano alle scarpe fino alla bigiotteria.

Un buon numero di banchi sono destinati ai prodotti agroalimentari: pesci, carni, verdure e frutta di stagione fino ai formaggi. Non mancano indumenti e merci orientali ed arabe, a testimonianza della mescolanza etnica che si vive quotidianamente in città. Sono diverse le vie di accesso al mercato, da piazza Stesicoro a via S. Gaetano alla Grotta. Per raggiungere la Fera ‘o Luni dal nostro bed and breakfast basta proseguire lungo Via Vittorio Emanuele in direzione opposta al mare e poi girare a sinistra per Via Etnea. Dopo circa 500 metri si arriva in piazza Carlo Alberto. Ricordiamo infine che la domenica, sempre in piazza Carlo Alberto, la “Fiera del Lunedì” viene sostituita da un mercatino delle pulci ricco di pezzi di antiquariato e oggetti da collezione.

Stazione di Catania

Solo 600 metri separano il nostro bed and breakfast dalla Stazione Ferroviaria Centrale di Catania. Chi arriva in città con il treno troverà quindi molto comodo alloggiare nella nostra accogliente struttura. Una volta usciti dalla stazione, situata in Piazza Papa Giovanni XXIII, è sufficiente percorrere Via VI Aprile fino a Piazza Martiri della Libertà; da qui si imbocca Via Vittorio Emanuele e dopo pochissimi metri, al civico 2, c’è BMode.
La stazione costituisce uno snodo fondamentale del trasporto in città. Da essa infatti si possono raggiungere numerose altre località della Sicilia – sia grandi che piccole – mentre nella piazza antistante partono i bus che attraversano il centro ed arrivano sin in periferia. La stazione di Catania è collegata a Messina, Siracusa, Palermo, Caltagirone e Gela. Inoltre costituisce una delle fermate della Metropolitana di Catania; da quest’ultima si raggiunge agevolmente la fermata di Catania Borgo dalla quale parte la ferrovia Circumetnea: quest’ultima è il mezzo che consente di compiere il periplo dell’Etna toccando i principali comuni che insistono nei pressi del vulcano.
La piazza esterna della Stazione è inoltre il punto di interscambio con le principali linee urbane dell’Azienda Municipale Trasporti (AMT) di Catania, e le maggiori autolinee di trasporto interurbano. Dalla stazione è quindi possibile raggiungere agevolmente tutte le attrazioni di Catania e i punti di maggiore interesse cittadini, oltre ai comuni della provincia. Inoltre Catania Centrale è una delle fermate dell’Alibus, l’autobus che collega il centro città con l’aeroporto Fontanarossa. Adiacente al fabbricato di stazione vi è anche il servizio taxi.
I lavori che hanno interessato l’edificio hanno reso la Stazione adeguata al traffico passeggeri. Da una parte c’è stato un’operazione volta alla conservazione esterna dello stabile, mentre dall’altro ci si è impegnati per migliorare la fruibilità interna. Sono stati ampliati i servizi che ora comprendono una sala d’attesa, bar, ristorante, servizi igienici, polizia ferroviaria, ufficio turistico, oltre agli sportelli di biglietteria e le casse automatiche.

Porto di Catania

Meno di 1km separa il Porto di Catania dal nostro bed and breakfast. BMode è la soluzione ideale per chi arriva a Catania via mare. Dal porto basta infatti percorrere una delle tre vie parallele – Via San Gaetano, Via Calì e Via Serravalle – che conducono in Via Vittorio Emanuele, la strada dove si trova il b&b. In pochi minuti si raggiunge la nostra struttura ricettiva: saremo lieti di ospitarvi e regalarvi un magnifico soggiorno a Catania. Per prenotare basta cliccare qui.
Se la maggior parte del traffico è mercantile, nel Porto di Catania vi sono anche linee passeggeri e turistiche che consentono di raggiungere la città etnea via mare. Particolarmente affollata è la Napoli-Catania che collega le due città del Mezzogiorno: le partenze sono fissate dal capoluogo partenopeo in prima serata e l’arrivo in Sicilia è al mattino presto. In questo modo si viaggia di notte e si “guadagna” tempo prezioso per visitare le bellezze di Catania. Il viaggio verso la Campania presenta i medesimi orari. La città del vulcano è raggiungibile anche dall’Isola di Malta. E’ infatti operativo un collegamento tutto l’anno Catania-Jean de La Valette, una volta alla settimana in inverno, due nei mesi più caldi. La compagnia è la Virtu Ferries.
Da alcuni mesi l’amministrazione comunale e portuale sono in trattativa con le maggiori compagnie di navigazione per riportare a Catania le navi da crociera: la città è stata infatti per qualche anno un punto di riferimento crocieristico per i passeggeri che sbarcavano in Sicilia ma ora non è più così. Tuttavia è stato annunciato che dal 2016 Costa Crociere (con la ammiraglia Neoclassica) e Tui utilizzeranno il porto di Catania come base per i loro approdi. In particolare Costa sosterà 12 volte tra aprile e settembre portando in questo modo in città migliaia di turisti. Si attendono invece maggiori dettagli sullo schedule di Tui e di Royal Caribbean. Inoltre sono in programma alcuni lavori che interesseranno la zona di Villa Pacini, grazie ai quali si migliorerà l’estetica e la funzionalità del Porto.

Aeroporto di Catania

Il modo più semplice per arrivare a Catania è servirsi dell’aeroporto cittadino. Lo scalo Vincenzo Bellini di Catania-Fontanarossa è il primo del Mezzogiorno per numero di passeggeri transitati all’anno e terzo considerando il traffico nazionale. Una volta atterrati in città è facilissimo arrivare al nostro bed and breakfast: basta prendere l’Alibus – il bus di autolinee urbane n° 457 – che dall’aeroporto Fontanarossa arriva in centro città. Il biglietto si può acquistare all’interno dell’aeroporto presso gli uffici AMT. Il bus effettua corse ogni 20 minuti circa. Le fermate più vicine al nostro b&b sono in Piazza Duomo e lungo Via Etnea. Da entrambe il bed and breakfast dista pochi metri. L’alternativa al bus è rappresentata dai taxi che si trovano all’esterno del terminal arrivi o dal noleggiare una vettura – nello scalo vi sono gli uffici delle principali compagnie di rent-a-car. Se si opta per quest’ultima soluzione è necessario percorrere la SP70 per arrivare in centro città.
Catania è raggiungibile dai principali aeroporti nazionali ed europei. Il Fontanarossa è infatti collegato a Roma Fiumicino, Milano Linate e Malpensa, Bologna, Torino, Venezia, Verona, Bergamo Orio al Serio, Pisa e Napoli; per quanto riguarda i collegamenti internazionali si vola su Catania da numerose capitali e città europee tra cui: Londra (Gatwick), Monaco di Baviera, Malta, Bucarest, Stoccarda, Berlino, Parigi (Charles de Gaulle), Dusseldorf, Ginevra e Francoforte. Tra le compagnie aeree che operano sullo scalo siciliano vi sono le low cost Ryanair, easyjet, Germanwings e Air Berlin.
L’aeroporto mette a disposizione dei passeggeri numerosi servizi: una postazione bancomat, due bar, un ristorante, un locale self-service, un ufficio informazioni turistiche ed uno riservato ai voli, un cambio valute e una nursery. Inoltre vi sono due Vip Lounge, una di Alitalia e una riservata a chi vola con tutti gli altri vettori; vi sono anche: assistenza bagagli, lost & found, e tre parcheggi – di cui uno per la lunga sosta – per un totale di oltre 1.000 posti auto. Non mancano i negozi per lo shopping: non sarà difficile ingannare l’attesa del volo tra souvenir, riviste, giornali, borse, idee regalo, abbigliamento e tanto altro ancora. Per ulteriori informazioni contattaci qui! Saremo lieti di aiutarti.

Centro Fieristico Le Ciminiere

Distante meno di 2 chilometri dal nostro b&b, il Centro Fieristico Le Ciminiere è un complesso polifunzionale, punto di riferimento a Catania per l’organizzazione di eventi, mostre, fiere ed appuntamenti istituzionali, aziendali e privati. Il centro inoltre ospita studi televisivi, concerti ed è la sede permanente del museo dedicato allo sbarco in Sicilia delle truppe alleate durante la Seconda Guerra Mondiale. La grandezza totale del complesso è di oltre 27mila mq, di cui più del 50% occupato da edifici, mentre una parte è destinata al verde pubblico.
Le Ciminiere nasce dal recupero di alcune parti delle costruzioni abbandonate che, in passato, erano adibite alla raffinazione dello zolfo. A Catania infatti arrivava lo zolfo estratto dalla miniere dell’entroterra siciliano e qui veniva lavorato e raffinato. L’attività venne del tutto abbandonata negli anni ’60 del Novecento e si dovette aspettare ancora qualche anno prima di mettere mano alla riqualificazione degli stabili. Il complesso vive oggi una “seconda giovinezza” grazie ad un buona gestione e ai numerosi eventi che vi vengono organizzati durante tutto l’anno.
Sono tre le aree in cui è diviso il centro: congressuale, espositiva e fieristica. Quest’ultima è destinata all’organizzazione di grandi eventi e fiere nazionali ed internazionali; include uffici, sale più o meno grandi per dimostrazioni, business meeting, sala stampa, un ristorante, punti bar e ristoro ed uno sportello bancario. Nella zona espositiva vengono organizzate mostre d’arte, incontri culturali, laboratori e spettacoli. Offre al pubblico una libreria, una biblioteca, un’area concerti ed il Museo delle arti, dei mestieri e delle tradizioni. Infine l’area congressuale offre tutto quanto l’occorrente per organizzare al meglio congressi, eventi dimostrativi e promozionali; presenta inoltre una grande sala riunioni, un ambiente adibito alla formazione e un auditorium capace di ospitare fino a 1.800 spettatori.
L’elenco degli eventi che ogni anno vengono organizzati nel complesso Le Ciminiere è molto lungo: si tratta di fiere e manifestazioni dedicate alle nuove tecnologie, alla famiglia ed alle mamme, all’edilizia, al franchising, al mondo della pubblicità; kermesse del benessere, dell’arredamento e del design. Infine nel periodo natalizio il complesso ospita una mostra mercato dedicata ai prodotti tipici siciliani ed alle tante prelibatezze che si gustano durante le festività.
Le Ciminiere si trova in Viale Africa. Dal nostro b&b basta percorrere Corso delle Provincie e, dopo aver superato Corso Italia, proseguire per Viale Jonio fino al mare. Da qui ci si trova direttamente in Piazza Galatea e quindi in Viale Africa.

Università di Catania

A meno di 1km dal nostro bed and breakfast si trova l’Università degli Studi di Catania. BMoDe rappresenta quindi un’ottima soluzione per studenti, ricercatori e docenti che hanno la necessità di dormire vicino all’Università. Situata nell’omonima Piazza, essa è il punto di riferimento per gli studenti catanesi e di tutta la provincia. Organizzato in 22 dipartimento, l’Ateneo propone infatti un’offerta formativa completa: si possono frequentare numerosi corsi di laurea, ed è possibile proseguire gli studi grazie ad una ricca offerta di formazione post-laurea e di dottorati di ricerca.
Fondata nel lontano 1434, quella di Catania è la più antica università della Sicilia. Il gran numero di iscritti ha indotto i Rettori, nel corso degli anni, a delocalizzare sedi ed aule, spostando facoltà e dipartimenti dalla sede centrale di Piazza Università in altri edifici storici del centro e della periferia di Catania. Il rettorato tuttavia resta nella già citata piazza, e si trova all’interno di un elegante edificio settecentesco che ospita anche la biblioteca: quest’ultima conserva preziosi codici, incunaboli, manoscritti e lettere autografe oltre a 200mila volumi. Un’altra splendida biblioteca si trova all’interno del Monastero dei Benedettini.
Dal nostro b&b è facilmente raggiungibile anche la Cittadella Universitaria: situata sulla collina di Santa Sofia, rappresenta il principale polo scientifico cittadino. Ospita i dipartimenti delle aree Agraria, Architettura, Farmacia, Ingegneria, Medicina e Chirurgia e Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali, oltre agli impianti sportivi del Cus. Tra le sedi distaccate ricordiamo anche l’Orto Botanico, sede del Dipartimento di Botanica, il Complesso monastico San Nicolò l’Arena, sede delle Facoltà di Lettere e Filosofia e di Lingue e Letterature Straniere, e Villa Cerami, sede della Facoltà di Giurisprudenza.

Teatro Vincenzo Bellini

Il Teatro Massimo “Vincenzo Bellini” è uno dei centri propulsori della vita culturale di Catania. Centro di rappresentazione dell’opera nella città siciliana, la sua costruzione iniziò nella seconda metà dell’Ottocento: i lavori, dopo alterne vicende, furono ultimati nel 1887 ma solo 3 anni dopo ci fu l’inaugurazione con la rappresentazione, il 31 maggio del 1890, della Norma di Vincenzo Bellini. Il teatro si trova a due passi dal nostro bed and breakfast e, durante la vostra vacanza a Catania, vi consigliamo di visitarlo.

E’ possibile infatti partecipare a visite guidate che si tengono nei giorni martedì, mercoledì, giovedì, venerdì e sabato dalle ore 9,30 alle ore 12,00 (costo €6).
In questo modo potrete ammirare il Teatro Vincenzo Bellini in tutta la sua maestosità ed eleganza. Il Massimo – come viene comunemente chiamato – presenta una splendida facciata ispirata in parte all’eclettismo francese e in parte al classico sansoviniano. I punti di riferimento architettonici che guidarono l’architetto Andrea Scala e il suo collaboratore Carlo Sada nella costruzione furono l’Opéra di Parigi e la Biblioteca di Venezia. Oggi il Bellini appare in tutta la sua bellezza già al primo sguardo: la struttura infatti domina l’antistante piazza e presenta dei portici che dovevano facilitare l’accesso degli spettatori che vi giungevano sulle carrozze. La facciata è in stile neobarocco, che dona sensazioni di eleganza e lusso che si ritrovano anche non appena si entra nel teatro.

Il Bellini presenta una sala a ferro di cavallo con quattro ordini di palchi ed un loggione; in totale può ospitare fino a 1.200 spettatori. C’è anche una fossa per l’orchestra. E’ evidente la ricchezza decorativa della sala, considerata una delle più belle tra quelle costruite nell’Ottocento in Italia. Il soffitto è affrescato con le allegorie delle maggiori opere di Bellini, mentre il sipario storico illustra la Vittoria dei catanesi sui libici.

Il ridotto offre agli spettatori una elegante statua in bronzo di Vincenzo Bellini ed è caratterizzato da un trionfo di marmi e stucchi. Il teatro ha ospitato nel corso della sua storia pluridecennale i maggiori artisti della lirica e della musica classica – da Tagliavini a Gigli, da Maria Callas a Montserrat Caballé – oltre ad essersi aperto negli ultimi anni a concerti di musica pop.
Per raggiungere il Teatro dal nostro b&b basta percorrere per pochi metri Via Vittorio Emanuele e girare a destra per Via Landolini o Via Leonardi. Sono sufficienti 5 minuti di passeggiata a piedi per trovarsi di fronte il sontuoso Bellini!

Blu Air a Catania, vienici a trovare!

E’ tempo di venirci a trovare, Blu Air ha aperta la tratta catania-torino e le collega 6 volte a settimana, con tariffe a partire da 40€.  Ti aspettiamo domani da noi!

Castello Ursino, Duo Comuzzi-Curti Giardina

Castello Ursino, Duo Comuzzi-Curti Giardina
„Sabato 18 ottobre, alle ore 19, presso il Castello Ursino in concerto il Duo Comuzzi-Curti Giardina“

Castello Ursino, Duo Comuzzi-Curti Giardina

Sul leggio, infatti, per il secondo appuntamento del festival internazionale di musica da camera, jazz e tradizioni, partiture di Schumann, Schubert, Glinka e Longo affidate all’interpretazione di un duo artistico formatosi nel 2012 nel Conservatorio di Trapani. E’ qui che insegna Quartetto e Musica da Camera il violista Demetrio Comuzzi, dal 1994 invitato alle tournèe mondiali della Orchestra Filarmonica della Scala sotto la guida dei suoi più illustri direttori come Muti, Giulini, Savallish, Chung e come prima viola dell’ Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia. Dal 1985, Comuzzi è il violista del Nuovo Quartetto Italiano, considerato dalla critica tra i migliori quartetti del mondo.

Al pianoforte è Anna Maria Curti Giardina, vincitrice di numerosi premi in concorsi nazionali e internazionali e allieva di prestigiose masterclasses con lo stesso Comuzzi e con il maestro Bruno Canino. Dal 2012 il Duo Comuzzi-Curti Giardina è impegnato in una intensa attività concertistica fra cui l’inaugurazione della stagione dei concerti nell’Auditorium Rai di Palermo“

Grazie per i complimenti!

Maria, recensione su booking:

“La cosa che più ha soddisfatto il mio soggiorno in Bmode è stata sicuramente la ‘trinacria’ di CORTESIA-POSIZIONE-RAPPORTO QUALITÀ PREZZO. Credo che l intelligenza di chi ha concepito e investito su questa struttura sia da elogiare ai Max livelli. Complimenti allo staff che alimenta questa ‘trinacria’! Bravi, ragazzi!!!” 

Quality of life a Catania

La vita prima, durante e dopo un tumore al seno. Quality of life
Da giovedì 18 a venerdì 19 settembre a Catania


Mastectomia, ricostruzione, fertilità, gravidanza, preservazione, menopausa, sessualità, ereditarietà: parole che tutte insieme compongono un percorso ad ostacoli per una donna affetta da tumore alla mammella, che cerca nel medico un appiglio, un porto sicuro, un riferimento nel percorso che precede, attraversa e supera la malattia.

L’evento chiamerà a raccolta tutte le figure professionali dedicate alla diagnosi e cura del cancro al seno facendo il punto sia sugli aspetti scientifico-medici, sia su quelli legati alla qualità della vita per le pazienti affette da questa patologia.

 

1410510649196-AVH962FK-thumbnail-11527.jpg-2-2

IN SERIES dal 10 al 20 settembre 2014, nel Palazzo della Cultura Catania

Palazzo della Cultura, IN SERIES dal 10 al 20 settembre 2014


Promosso dall’Accademia di Belle Arti di Catania e patrocinato dal Comune di Catania, il progetto, ideato e curato da Anna Guillot, deve la sua realizzazione alla collaborazione tra artisti e collezionisti privati con l’archivio-laboratorio KoobookArchive, attivo a Catania nel campo dello studio, della produzione e promozione del libro e del mutiplo d’artista.

 

La mostra presenta 36 opere eterogenee per tipologia e ricerca, per generazione e provenienza geografica degli autori. Gli artisti presenti: Adalberto Abbate, Francesco Arena, Matthew Barney, Mario Consiglio, Tiziana Contino, Roberto D’Agostino, Jeremy Deller, Olafur Eliasson, Antonio Freiles, Eva Gerd, Alice Grassi, Anna Guillot, Keith Haring, Damien Hirst, Jenny Holzer, Jasper Johns, Filippo La Vaccara, Loredana Longo, Vittorio Messina, Eugenio Miccini, Mariko Mori, Carmelo Nicosia, Yoko Ono, Julian Opie, Paolo Parisi, Michelangelo Pistoletto, Maurizio Ruggiano, Joe Tilson, Franco Troiani, Lawrence Weiner, Peter Wüthrich, Ampelio Zappalorto. Tra i più giovani: Laura Cantale, Irene Catania, Giuseppe Mendolia Calella, Yole Villaggio.

 

in series

“Realtà e Iperrealismo”

Palazzo della Cultura, “Realtà e Iperrealismo”
„Dal 21 Giugno al 6 Luglio al Palazzo della Cultura la mostra “Realtà e Iperrealismo” del pittore siciliano Pietro Alessandro Trovato.“

„La rassegna “Realtà e Iperrealismo” scaturisce dagli ultimi anni di studio dell’artista nonché da un approfondimento delle tecniche pittoriche antiche. L’esposizione racchiude in sé i due aspetti fondamentali dell’arte pittorica di Trovato: l’immediatezza con cui percepisce la realtà e la rielaborazione di essa attraverso una tecnica iperrealista.“

http://www.cataniatoday.it/eventi/mostre/palazzo-cultura-pietro-alessandro-trovato-21-giugno-6-luglio-2014.html

 

“I carabinieri a Catania. per la Sicilia, dall’unità d’Italia”

Castello Ursino, “I carabinieri a Catania. per la Sicilia, dall’unità d’Italia”
La mostra è stata allestita dai Militari del Comando Provinciale di Catania, in occasione del Bicentenario della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri.
| www.bmode.it |

http://www.cataniatoday.it/eventi/

Volti di Mutoko – Faces of a place

La mostra fotografica, Volti di Mutoko /Faces of a Placesi svolgerà, dal 29 maggio al 15 giugno, al Palazzo della Cultura di Catania.

Non si tratta di immagini realizzate appositamente: foto di persone ammalate o ricoverate in ospedale o foto di strutture acquistate o dei miglioramenti apportati all’ospedale.

Abbiamo scelto di raccontare la vita “normale” delle persone, i momenti di gioia e quelli di riposo, utilizzando sia immagini “catturate” all’insaputa dei soggetti ritratti che scatti in posa.

Le foto sono state realizzate dagli operatori che in questi 10 anni hanno contribuito al consolidamento e al successo del progetto.

Il libro di fotografie, inserito nella rassegna “Maggio dei libri” del comune di Catania, sarà presentato il 29 maggio alle ore 17.00 al Palazzo della Cultura.

La serata al Teatro Coppola inizierà alle ore 20.00 del 6 giugno 2014. Interverranno all’iniziativa: Alessandra Costanzo, Elisa Poidomani, coro di voci bianche “Gaudeamus Igitur” concentus, coropolifonico Incantata Vox.

Se l’allegria e la commozione prodotte in noi dall’organizzazione di questo evento saranno condivise da chi vedrà la mostra, sfoglierà le pagine del libro e parteciperà allo spettacolo, sapremo di aver fatto la scelta giusta.

Il progetto Susy Costanzo, della LILA di Catania, nasce con l’obiettivo di raccogliere fondi a sostegno del programma di terapia antiretrovirale e di prevenzione materno-infantile dell’infezione da HIV dell’Ospedale Luisa Guidotti di Mutoko in Zimbabwe; il programma è realizzato insieme alla Scuola di Specializzazione di Malattie Infettive e al Dipartimento di Biomedicina Clinica e Molecolare dell’Università di Catania.

 

Volti di Mutoko

Frames of Berlin

Oggi Mammut Art Space presenta “Frames of Berlin”.

In Via San Lorenzo.

http://www.tuttoqui.it/node/29161

MammutArtSpace

MammutArtSpace